Domande Frequenti

Chi può rivolgersi al vostro centro?

Vi occupate solo di musicisti e ballerini o possono anche venire persone di altre professioni?

Nel nostro centro ci siamo specializzati in lesioni derivanti dall’attività ripetitiva che comportano le arti sceniche. Questo ci ha portati ad acquisire delle conoscenze, accumulare un’esperienza e sviluppare una serie di strumenti che possono essere applicati a tutte quelle attività e professioni che implichino un sovraccarico di lavoro ripetitivo, in posture sostenute e poco ergonomiche.

Sono un artista ma la mia lesione non è dovuta alla mia attività. Potete aiutarmi?

Se la lesione interferisce con l’attività artistica, qualunque ne sia la causa, può essere curata nel nostro centro. Nel processo di cura di qualsiasi lesione è importante tenere presente quali sono le necessità dell’attività che svolge il paziente. Bisogna adattare il trattamento alle richieste proprie della sua attività. Di modo che, ad esempio, una piccola deviazione di un dito rotto non rappresenta nessun problema per la maggior parte delle persone, ma può essere un disastro per un violinista. Una ferita per una contusione al labbro nella maggior parte dei pazienti ha solamente implicazioni estetiche, ma può determinare un’incapacità nel toccare uno strumento a fiato, se non si risolve tenendo in considerazione le esigenze che ciò comporta. Una lesione alla cartilagine della caviglia mal curata può causare lievi e saltuari fastidi, ma, se si tratta di un ballerino, il problema potrebbe occasionare limitazioni notevoli. Nell’Institut teniamo presente che alcuni trattamenti e risultati, sebbene possano essere validi per la maggior parte dei pazienti, possono rivelarsi inaccettabili per le esigenze di un artista.

Sono un principiante, potete aiutarmi ugualmente o lavorate solo con artisti professionisti?

I procedimenti e i trattamenti che si applicano nell’Institut sono utili per qualsiasi artista scenico, qualunque sia il suo livello di dedizione o di studio.

 

Qual è il procedimento?

Che procedimento devo seguire per ricevere trattamento nel vostro centro?

In primo luogo dobbiamo stabilire una diagnosi il più preciso possibile, cercando di verificare quali potrebbero essere le cause principali del problema. Questo comporta concordare una visita medica. Nella stessa si esaminerà il paziente, si faranno gli esami opportuni e si analizzerà come vengono svolte le attività e i fattori posturali, tecnici o tensivi che intervengono. Con questi dati si deciderà una strategia terapeutica che, nel caso comporti un’attività con i nostri fisioterapisti, sarà programmata una volta finita la visita medica.

Se sono già stato visitato da un medico in un altro centro e ho una diagnosi, posso venire a fare fisioterapia? Se ho già una diagnosi è necessario che mi visitino i vostri medici?

I trattamenti che applichiamo noi non solo si basano in una precisa diagnosi, bensì anche nell’identificazione delle possibili cause che l’hanno determinato e nella pianificazione delle migliori strategie terapeutiche da seguire in ciascun caso. Per confermare la diagnosi e svolgere queste funzioni, sulla base della nostra esperienza dei disturbi degli artisti scenici, prima d’iniziare il trattamento è assolutamente necessario eseguire una visita medica nell’Institut.

Se faccio la visita medica nell’Institut, devo obbligatoriamente effettuare la fisioterapia da voi? Posso realizzare il trattamento in un altro centro, più vicino al mio domicilio?

La filosofia del nostro centro è di offrire un’attenzione completa. Questo però non vuol dire che i nostri pazienti debbano utilizzare tutti i servizi che possiamo fornire. È totalmente comprensibile che alcuni vogliano il nostro aiuto solo nella diagnosi del problema. Per altri, a causa della distanza o di diverse difficoltà, non è possibile fare il trattamento nel nostro Institut. In ogni caso, possiamo orientare e aiutare tutti costoro affinché lo possano eseguire in altra sede, nelle migliori condizioni possibili. A parte le indicazioni che comunque sono date direttamente durante la visita medica, si possono agevolare referti medici e fisioterapici, con un’informazione che permetta di orientarsi per gli altri professionisti che dovranno trattare il paziente. Si possono concordare controlli nel nostro centro, sia medici sia fisioterapici, per andar valutando l’evoluzione del paziente e l’efficacia del trattamento che si sta applicando in un altro centro, e in questo modo adattarlo o cambiarlo se necessario.

Avete altre sedi in altre città in cui potrei farmi visitare o stare in trattamento?

Attualmente disponiamo solo dell’équipe e dell’infrastruttura che si trova a Terrassa.

Vorrei una seconda opinione. Mi potreste aiutare?

Non c’è alcun problema nell’offrire la nostra esperienza a pazienti di cui si siano occupati altri centri. Possiamo arricchire il lavoro già fatto da altri professionisti sulla base della nostra prospettiva come specialisti nell’attenzione ad artisti scenici.

Chi è il medico che mi visiterà? In cos’è specializzato?

Come primo passo tutti i pazienti sono ricevuti dal Dott. Jaume Rosset i Llobet. Questi è specialista in chirurgia ortopedica e traumatologia, e medicina dello sport. Ha più di vent’anni di esperienza nell’attenzione di artisti scenici. Se lui lo considererà necessario, il caso sarà consultato con qualche altro membro dell’équipe o con un consulente.

Il primo giorno posso già avere una diagnosi e sapere se potrò essere curato?

La maggior parte dei problemi possono essere diagnosticati e ne possiamo sapere la prognosi lo stesso giorno della visita. Se le conoscenze, gli strumenti e i procedimenti di cui disponiamo nell’Institut non ci permettono di arrivare alla diagnosi in questo primo incontro, si definirà una strategia successiva per potervi arrivare il più presto possibile.

Nel centro c’è qualche specialista in problemi della mano?

Considerato che un’elevata proporzione dei problemi di cui ci occupiamo all’Institut colpiscono il braccio e la mano, tutti i nostri professionisti hanno esperienza con i disturbi che compromettono questa zona. Inoltre, nei casi in cui sia ritenuto necessario, nella nostra èquipe c’è un medico specialista in chirurgia della mano.

Posso prenotare la fisioterapia via Internet e così evitare il telefono?

Se sei già paziente dell’Institut puoi verificare la disponibilità nella nostra agenda di fisioterapia on-line. Guarda il calendario e cerca l’opzione migliore a seconda della tua disponibilità. Una volta scelto l’orario possibile per un appuntamento, dovrai metterti in contatto con noi (mandandoci un’e-mail o chiamandoci) e segnalarci la tua richiesta. Quest’appuntamento non sarà confermato fino a che non ti ricontatteremo per dartene il riscontro.

Mi interesserebbe venire per prevenire problemi, non ho nessun problema in particolare. Questo è possibile?

A parte l’attenzione ad artisti che hanno già delle lesioni, nell’Institut si lavora anche per cercare di evitare che compaiano e migliorare il rendimento artistico. Le tecniche di lavoro che usiamo e la nostra esperienza ci permettono d’individuare aspetti che possono essere perfezionati, sia dal punto di vista fisico (postura, equilibrio muscolare, coordinazione, forza, resistenza, agilità, respirazione…),che cognitivo (tensione, ansia scenica, blocchi…). Possiamo anche aiutare dei futuri artisti a scegliere quale disciplina artistica sarà a loro più adeguata, in funzione delle loro caratteristiche fisiche.

Avete una lista d’attesa molto lunga?

Il tempo d’attesa varia abbastanza. Riguardo alle visite mediche, abitualmente si possono concordare in un periodo inferiore a due settimane. Per effettuare le sedute di fisioterapia tentiamo che l’attesa non superi la settimana. Per iniziare un trattamento per la distonia, a causa delle sue specifiche necessità, il tempo d’attesa può essere di alcuni mesi. Stiamo lavorando per accorciarlo.

Vorrei consultare il dottore per telefono, questo è possibile?

Mentre si effettuano le visite mediche, si cerca di minimizzare le interruzioni. Perciò, salvo in casi di emergenza, il dottore non può accettare telefonate. La via più agevole e comoda per fare questo tipo di consulti è attraverso l’e-mail dell’Institut (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ). Ciò nonostante, chi vuole il contatto telefonico può chiamare il centro dalle h.8 alle h.9 del mattino o dalle h13.30 alle h14.30.

In quali casi si può fare una visita in video-conferenza?

Anche se la video-conferenza non permette di sostituire completamente la visita di persona nel nostro centro, serve a favorire il contatto tra i nostri professionisti e agli artisti con disturbi. Ci consente di dare una seconda opinione a quei pazienti che sono già stati diagnosticati da altri professionisti, di orientare su quale sarebbe il modo di procedere rispetto a una lesione di cui ancora nessun altro si è occupato (esami da richiedere, specialisti a cui ci si dovrebbe rivolgere, possibilità esistenti, rischi di ciascuna di queste, ecc.) e di eseguire un follow-up evolutivo e la modificazione della terapia in pazienti che stanno effettuando un trattamento prescritto da un professionista del nostro centro.

Che trattamenti si utilizzano nel centro?

Riteniamo che il processo di soluzione del problema che presenta il paziente richieda la sua partecipazione attiva. Così, a partire dalla diagnosi e dall’individuazione delle possibili cause, si pianifica il protocollo di lavoro. Questo può comprendere trattamenti medici (come per esempio la somministrazione di farmaci in dosi molto ridotte, per mezzo di mesoterapia o infiltrazioni d’ozono), trattamento di fisioterapia (tecniche manuali ed elettroterapia), ricondizionamento fisico (miglioramento delle qualità fisiche come la forza, la resistenza, l’elasticità, l’equilibrio, la propriocezione…), lavoro sulla postura, lavoro sulla tensione usata nello svolgere le attività, o lavoro psicologico e cognitivo. Il paziente deve partecipare tanto nell’applicazione di questi trattamenti e procedimenti, quanto nella valutazione della strategia da seguire. In funzione dei risultati che vedrà il team terapeutico (medico, terapeuta e paziente) si andranno applicando uno o altri trattamenti, fino ad arrivare a risolvere i sintomi e le cause che li provocano.

Eseguite interventi chirurgici nel centro?

La maggiore parte delle patologie che vediamo possono essere curate efficacemente senza ricorrere alla chirurgia. Tuttavia, nei casi in cui si decida, di mutuo accordo con il paziente, che questo è il procedimento più adeguato per risolvere il suo problema, abbiamo professionisti competenti nell’eseguirla. In questo caso gli interventi si programmano solitamente nella Clinica della Mutua di Terrassa.

 

Cosa bisogna portare alla visita?

Cosa bisogna portare alla visita medica?

Per rendere più efficiente il processo diagnostico, sarà utile poter disporre di tutta l’informazione in possesso del paziente e relativa al disturbo (radiografie, risonanze, referti medici, esami del sangue, elettromiografie…). Nel caso dei musicisti, si consiglia inoltre di portare il proprio strumento musicale. Nel caso della danza, sarà utile portare le calzature usate abitualmente.

Mi viene difficile poter portare il mio strumento musicale. Ce n’e`qualcuno nel centro?

Anche se preferiamo sempre che il musicista porti il suo strumento, in quei casi in cui ciò risulti complesso o impossibile, nel centro disponiamo di vari strumenti che possono essere usati dal paziente durante la visita medica (piano, contrabbasso, violoncello, violino, arpa, chitarra, chitarra elettrica, trombone, conghe e batteria).

 

Orari

Le visite mediche sono sia di mattina che di pomeriggio?

Al fine di agevolare, nel possibile, la coordinazione dell’agenda del paziente con la nostra, disponiamo di giorni di visita sia di mattina che di pomeriggio.

Quali orari ha la fisioterapia?

Le sedute di fisioterapia si possono programmare di mattina e di pomeriggio.

Il sabato mattina è aperto?

Il sabato mattina non facciamo visite mediche, ma sì sedute di fisioterapia.

 

Come si procede al pagamento?

Si tratta di un centro del tutto privato o c’è qualche altro modo di potervi accedere?

L’Institut non è convenzionato né con assicurazioni private né con la Sanità Nazionale. Ciò comporta che il paziente deve farsi carico dei costi delle visite e dei trattamenti che si effettuano nel centro.

Che forme di pagamento accetta il centro?

Tenendo in considerazione che non siamo in possesso di un terminale per le carte di credito, bisogna effettuare i pagamenti in cash, alla fine di ogni visita medica o delle sedute di fisioterapia.

Ho un’assicurazione privata, potete ricevermi?

Non siamo convenzionati con nessuna assicurazione privata. Alcune assicurazioni si prendono carico di una parte o della totalità dei costi generati dall’attenzione medica all’assicurato. In questi casi il paziente, una volta visitatosi nel nostro centro e pagato l’importo dei servizi ricevuti, dovrà gestire il rimborso da parte dell’assicurazione.

Posso ottenere che la Sanità Nazionale si faccia carico delle mie spese con il centro?

Non ci risulta che sia possibile che la Sanità Pubblica possa derivare pazienti al nostro centro. Tuttavia, sappiamo che in casi eccezionali alcuni pazienti hanno ottenuto il rimborso parziale di questi costi, presentando i referti e le fatture dei servizi ricevuti e giustificando che i procedimenti applicati non potevano essere offerti dal Sistema Pubblico.

Potreste farmi un preventivo di quello che mi costerà il trattamento?

Una volta effettuata la visita medica e stabilita la diagnosi, possiamo programmare il tipo di trattamento successivo. Questo ci permette di definire la frequenza delle sedute e il loro costo.

Cosa comprende il prezzo della visita medica?

L’obiettivo della visita medica è di cercare di arrivare a una diagnosi, di individuare le cause che possono aver partecipato nella comparsa del problema e, in funzione di tutto ciò, di proporre un trattamento. La visita prevede una serie di domande sulla storia medica e professionale dell’artista, sui suoi sintomi e sui fattori che possono essere associati alla comparsa del problema. Inoltre prevede un esame fisico e un’analisi dell’esercizio dell’attività professionale (suonare, ballare, ecc.) Nei casi in cui sia necessario, abbiamo anche a disposizione l’ecografia ad alta risoluzione (che permette di visualizzare lo stato dei tendini, dei muscoli, dei legamenti, delle articolazioni…), così come esami specifici per poter studiare la vibrazione delle labbra, la forza e la resistenza dei muscoli del viso, per mezzo di stroboscopia labiale o del sistema di estensiometri-dinamometri. Questi esami sono molto utili per poter identificare lesioni (come la rottura, l’allungamento o il sovraccarico dei muscoli facciali), programmare i trattamenti e monitorare il grado di recupero dei musicisti di strumenti a fiato, come anche di quelle persone che, come gli attori, usano i muscoli del viso ad un livello intensivo e di precisione. Il costo della prima visita include tutti i suddetti procedimenti.

 

Come arrivarci

Vi si può arrivare facilmente con i mezzi pubblici?

Ci sono due linee che vanno da Barcellona a Terrassa: la linea RENFE e i Ferrocarriles della Generalitat. C’è una stazione di RENFE (Terrassa-Est) che lascia a meno di 15 minuti a piedi. Se vuoi venire in Ferrocarriles della Generalitat dovrai prendere un autobus (linea 1, scendere alla fermata Montserrat) che ti porta davanti al nostro centro.

È facile parcheggiare la macchina in zona?

Spesso si può trovare parcheggio davanti al centro. Se no, c’è uno spiazzo di  parcheggio gratuito molto vicino (vi si accede dalla rotonda delle vie Pontevedra e Salamanca).

 

Varie

C’è qualche libro che mi possiate raccomandare?

Attraverso la nostra Fondazione abbiamo pubblicato vari materiali (vedi la sezione divulgazione), tanto flyers e locandine, quanto libri. Questo materiale ti può fornire informazione e conoscenze su aspetti preventivi, esercizi, miglioramento del rendimento, funzionamento del corpo durante l’esercizio strumentale.

Posso parlare con qualche paziente che abbia avuto il mio stesso problema?

Quando un artista si lesiona o soffre un disturbo relativo alla sua attività, spesso si sente solo, poco appoggiato ed incompreso. Parlare con un collega che sia passato o stia passando per una situazione simile può essere di grande aiuto. In effetti una delle cose che i pazienti sono soliti valutare positivamente quando vengono nel centro, è il fatto di trovare dei colleghi in situazioni simili, con i quali poter scambiare opinioni ed esperienze. Anche se non si escludono completamente altri mezzi di contatto tra pazienti (e-mail, telefono…), bisogna comprendere che la privacy fa sì che non possiamo fornire informazione su nessuno dei nostri pazienti. A volte qualche paziente ci autorizza espressamente a cedere questi dati per darli al paziente interessato.

Sono professore in una scuola e l’informazione che si potrebbe apprendere da voi mi sembra molto interessante. Offrite laboratori, lezioni o altre attività su questi argomenti?

Una delle funzioni della nostra Fundació Ciència i Art è quella di formare professori, alunni, artisti, professionisti della salute… su questi argomenti. Perciò realizziamo da laboratori a seminari, a corsi completi che affrontano argomenti posturali, di miglioramento del rendimento, aspetti psico-corporali, malattie degli artisti, respirazione, controllo della tensione, ecc.

Sono di fuori e ho in programma di fermarmi alcuni giorni a Terrassa per poter seguire il trattamento che mi è stato proposto. C’è qualche alloggiamento che mi potete raccomandare?

Disponiamo di una lista di hotel, pensioni e stanze che ci hanno raccomandato gli stessi pazienti. Se la richiedi te la trasmetteremo.

Presentazione

Chi siamo e cosa facciamo.

Presentazione

Filosofia

Come lavoriamo.

Filosofia

Testimonianze

Leggi l'opinione dei pazienti.

Testimonianze

logo peu

Vuoi che ne parliamo?

Ci sono diverse possibilità per mettersi in contatto con l'Institut.

icona telefon

Telefonaci

(+34) 93 784 47 75

icona formulari

Mandaci un'e-mail

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Mandaci un'e-mail